Attività

Presentazione progetto “Fare assieme Attiva-Mente: nuovi percorsi di cittadinanza attiva per la Salute mentale”

L'associazione Come Together opera a favore di pazienti familiari volontari e cittadini nell’ambito della salute mentale per il perseguimento di scopi di solidarietà sociale, al fine di favorire una migliore prevenzione, cura e promozione della salute e del benessere, nella sua dimensione psichica, sociale e spirituale.
All'interno delle sue attività è lieta di presentare il progetto “Fare assieme Attiva-Mente: nuovi percorsi di cittadinanza attiva per la Salute mentale”, finanziato dal Bando della Regione Lombardia in favore delle organizzazioni di volontariato (legge 1-08), che si inquadra nel complesso delle iniziative volte alla risocializzazione delle persone con disagio psichico attraverso la promozione di una psichiatria positiva che riconquisti il proprio valore all'interno della comunità.
Il progetto si propone di favorire e creare esperienze di socializzazione tra utenti psichiatrici (con particolare attenzione alla fascia di età 18-35 anni), familiari, amici, volontari e cittadini attraverso la conoscenza e riscoperta del proprio territorio e lo sviluppo di forme di cittadinanza attiva, anche grazie a una stretta collaborazione tra i soggetti del pubblico (Centro Psico Sociale, Enti e Istituzioni) e l’Associazionismo. Gli utenti psichiatrici faticano più di altri ad uscire dall'isolamento, a (ri)costruire, mantenere, e consolidare legami relazionali e forme di socialità che li coinvolgano nel contesto di vita della comunità di appartenenza e permettano loro di sperimentare forme attive di cittadinanza e stili di vita salutari e maggiormente consapevoli. Tramite percorsi di sensibilizzazione e informazione e la realizzazione di esperienze dirette, concrete e di gruppo, si intende aiutare, sostenere e accompagnare gli utenti del Cps verso un corretta (ri)scoperta e (ri)educazione alimentare, naturalistica, culturale, sportiva e storica dei loro stili di vita e del territorio di appartenenza, e al contempo favorirne il reinserimento all'interno della comunità come cittadini attivi e partecipi.
L'idea è nata prendendo spunto dalle tematiche dell'Expo 2015. Si è pensato di accompagnare gli utenti, insieme a volontari, familiari, amici e cittadini, in un graduale percorso, per tappe e temi, che li porti a conoscere, capire e per ultimo poter sperimentare in forme di socializzazione e partecipazione attiva, nuovi stili di vita più sani ed equilibrati, e nuove possibilità e modalità di vivere nel proprio territorio e nella propria comunità, prestando attenzione all'ambiente, alla storia e alla cultura della comunità di appartenenza. In particolare, il primo scopo che ci si propone è di sensibilizzare e informare (in collaborazione con esperti di Enti ed Associazioni) su argomenti attuali e di rilievo quali l'Expo, l'ambiente e il territorio, il cibo e l'alimentazione, l'energia, l'etica, la storia della città di Cremona, le tradizioni ed altro ancora.
Questi momenti informativi saranno seguiti da uscite, gite e partecipazioni ad eventi pubblici che permetteranno di vivere e sperimentare concretamente quanto appreso in precedenza, uscendo dall'isolamento, creando relazioni, superando lo stigma, e allo stesso tempo inserendosi nella società e nella comunità e rendendosene partecipanti attivi.
I volontari, già preparati alle corrette metodologie di approccio (comunicativo e relazionale) al disagio psichico, affiancheranno gli utenti rendendoli parte di un gruppo “normalizzante” e collaboreranno attivamente ai processi di rieducazione e risocializzazione, contribuendo a ridurre i momenti di isolamento e divenendo così un importante supporto per gli operatori e per i Servizi.
Tutte le azioni saranno svolte in sinergia tra l'Associazione Come Together, il Cps e gli altri Enti, Istituzioni e partner del Progetto, e un evento conclusivo aperto alla cittadinanza sarà l'occasione per condividere, rendere noto e restituire alla comunità quanto appreso e le esperienze fatte, e allo stesso tempo permetterà di dare vita concretamente una forma di partecipazione attiva e aperta alla città.